Header image

DAISHIDO NELLE SCUOLE

DAISHIDO® NELLE SCUOLE

Il DaiShiDo® è nato dall’esperienza trentennale della Dott. Dina Collacchioni, Psicologa e Psicoterapeuta, con la collaborazione del Prof. Falsini, Preparatore atletico, nella conduzione di gruppi evolutivi e di ricerca interiore e dagli studi effettuati sullo sviluppo delle risorse e potenzialità umane.

La Disciplina fisica (o BodyDaiShiDo®) utilizza il movimento per portare equilibrio e benessere a livello psico-fisico e, contemplando sette diversi livelli di difficoltà e un livello facilitato, è adatta a tutti, anche a bambini, anziani, persone con disabilità e donne in gravidanza.

Il DaiShiDo® è in tutto e per tutto una Disciplina marziale, perché insegna a prendere coscienza dei propri limiti, sia fisici che psichici e a superarli trasformando ogni “aspetto negativo” in opportunità di crescita; è anche una meditazione in movimento, che ha come fine il rilassamento e la ricarica energetica, nonché la presa di coscienza delle potenzialità del corpo e l’incremento delle capacità senso-motorie. Nei bambini si rivela un mezzo importantissimo per lasciare andare ansie, tensioni e ritrovare la concentrazione e la calma.

Lavorando all’interno delle scuole e con i bambini e le famiglie abbiamo sentito quanto sia forte l’esigenza di possedere strumenti di prevenzione del disagio: sempre più spesso, infatti, gli insegnanti si trovano a dover fronteggiare i problemi di natura emozionale degli alunni, tra i quali ansia, somatizzazione, iperattività (o al contrario astenia, stanchezza e demotivazione), bullismo e problemi della condotta, fino a dispersione e abbandono scolastico, con scarse risorse.

Volevamo riunire gli anni di esperienza di Dina e Lorenzo in conduzione di gruppi di Auto-osservazione e corsi di BodyDaiShiDo® (anche con i bambini) con l’esperienza fatta nelle Scuole attraverso progetti che io e Marcella curavamo e che ci permettevano di ascoltare i bisogni di famiglie e insegnanti: da qui è nato il desiderio di mettere a loro disposizione il nostro lavoro per dare un sostegno e trovare delle soluzioni.

Il nostro intento era quello di fornire ai bambini degli strumenti che li aiutassero a superare i momenti di difficoltà sviluppando anche le loro potenzialità, la creatività e la conoscenza di sé, a cui potessero attingere in ogni situazione e che portassero ad un miglioramento della qualità delle loro relazioni e della vita familiare. Desideravamo coinvolgere in questa esperienza gli insegnanti, sostenendoli nelle loro competenze comunicative e relazionali al fine di migliorare il clima all’interno della classe.

Così abbiamo coltivato il sogno di portare il DaiShiDo® all’interno delle scuole e adesso questo si è avverato.

Questo sogno è iniziato per me molti anni fa quando ho avuto la fortuna di incontrare chi mi ha aiutato a superare le ferite e i miei limiti personali, dandomi la possibilità di aver fiducia in me stessa.

Sono diventata Psicologa e Psicoterapeuta imparando ogni giorno dal mio dolore e da quello degli altri; sono stata aiutata da persone “votate” a dare il meglio di sé e che si spronano nei momenti di difficoltà, dividendo il peso delle dolori e moltiplicando la gioia e il divertimento.

Insieme a loro ho desiderato di portare pace e speranza all’interno delle famiglie.

Adesso abbiamo la possibilità di aiutare i bambini a creare relazioni vere e significative, insegnando loro come sostenersi a vicenda invece che cadere nella competizione (che oggi si ritrova in molte situazioni, dalla scuola allo sport). Ma soprattutto attraverso il DSD Tecnica dolce li osserviamo mentre ritrovano un “centro”, si fermano a riordinare i pensieri e le energie imparando a dirigerle in maniera ottimale

Oggi si sente parlare spesso di “iperattività” e “disturbo dell’attenzione”, di bambini incapaci di rilassarsi e concentrarsi. Utilizzando il BodyDaiShiDo® vogliamo aiutarli a gestire situazioni d’ansia, ad ascoltare se stessi e il proprio corpo modulando le loro reazioni e padroneggiando le loro emozioni.

Così, nelle classi, abbiamo la fortuna di vedere i bambini in cerchio che si muovono lentamente e in maniera fluida, respirano tutti insieme all’unisono, chiudono gli occhi spontaneamente ascoltando il loro respiro e sentendo il calore delle loro mani; quando finisce la nostra lezione li sentiamo dire: “oh come mi sento rilassato”, oppure: “andrà tutto bene” e ancora: ”posso utilizzare i colori che ho immaginato ogni volta che mi sentirò triste”.

Sento una gioia enorme quando li osservo fare il saluto finale e finire la sequenza in posizione marziale, con gli sguardi lucidi e attenti, o quando si prendono per mano e sperimentano nuovi stati d’animo.

È un desiderio che si avvera trasmettere agli altri gli insegnamenti che ho avuto da Dina in anni di gruppi e di Scuola di Auto-osservazione, che hanno reso la mia vita piena di sogni e speranze.

E non è finita qui: lavorare con Marcella che è una collega ma soprattutto una grande amica, sapere di non essere mai sola e che “dove non arrivo io può arrivare lei”, essere sicura che se sbaglio me lo dirà e io farò la stessa cosa, condividere conquiste, prenderci per mano e sostenerci prima di ogni incontro e confrontarci alla fine è per me un dono di cui essere grata.

Vedere confondersi i volti dei bambini con quelli di tutti gli Operatori, gli Istruttori del DaiShiDo® che sono lì con noi anche se non sono presenti e che accompagnano i nostri passi perché quello che stiamo vivendo è il frutto di anni di lavoro interiore di tutti… questo è il mio sogno che si è avverato…

 

 

Dott. Sara Landini, Psicologa, Psicoterapeuta

Grazie alla preziosa collaborazione di

Marcella Nucci ed al sostegno della Dott. Anastasia Levi

 

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Both comments and pings are currently closed.